IL CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE

Eccoci qua a presentare la commissione famiglia di unità pastorale, che per brevità possiamo placidamente sintetizzare in cfup (sembra la sigla di un sindacato, ma tranquilli nella realtà non lo è, senza nulla togliere ai sindacati).

 

Nella Chiesa cattolica si chiama unità pastorale un insieme di parrocchie vicine tra loro e affini per quanto riguarda il tipo di territorio e le condizioni di vita degli abitanti. Tante diocesi, in Italia come nella nostra, stanno sperimentando questo tipo di organizzazione pastorale per cercare di far fronte diverse necessità e realtà quali ad esempio:

    • la mobilità è molto ampia e i ristretti confini delle parrocchie hanno perso quasi del tutto il significato che avevano come in passato almeno,
    • la necessità di unire le forze per coordinare meglio alcuni settori della vita pastorale come la realtà familiare.

 

Alla luce di quanto detto sopra, l’obiettivo principe della cfup è quello di coordinare i diversi cammini familiari proposti per far sì che le cose si sappiamo ad ampio raggio, essere così testimoni nella fratellanza e nelle collaborazione in tutti gli ambiti che riguardano la famiglia, dai fidanzati, alle famiglie giovani, passando per le famiglie più mature e per quelle ferite e in ultimo fare verifica della strada percorsa. I percorsi familiari di unità pastorale sono:

Chi mi ha toccato?: Cammino spirituale all’affettività per giovani.

InnAmoreMento: Percorso di catechesi per fidanzati da almeno due anni, sull’amore di coppia con sedi in diocesi.

Camminarti accanto: Percorso di accompagnamento per fidanzati alla vita di coppia.

La gioia del sì per sempre: Preparazione imminente al matrimonio.

Non ci ardeva forse il cuore?: Percorso per  coppie appena sposate.

Gruppo famiglie: Percorso formativo e di condivisione per famiglie.

Dalla ferita alla speranza: Primo approccio alla parola di Dio per le famiglie ferite.

 

Si riunisce circa ogni due mesi nella parrocchia di Chiaravalle.

Grazie, alla prossima.

Commissione Carità

La Caritas parrocchiale è una realtà ben integrata nel contesto sociale del paese di Monte San Vito.

Opera nella distribuzione di indumenti per bambini, alimenti, e offre un servizio di ascolto a persone e famiglie che si trovano in un periodo di particolare di disagio.

Gli operatori della Caritas parrocchiale sono tutti volontari che offrono il loro tempo libero a favore di chi è in difficoltà.

Alcune famiglie problematiche vengono seguite attraverso un tutoraggio costante.

In tutto questo la collaborazione con i Servizi Sociali del comune è molto importante per inquadrare a 360° l’entità del disagio.

Il parroco don Andrea Rocchetti ha messo a disposizione l’appartamento di proprietà della parrocchia “San Pietro Apostolo”, sito a Santa Lucia, di famiglie che si trovano in difficoltà, con supporto e accompagnamento dei volontari Caritas,

fino al raggiungimento di una propria autonomia.

Commissione famiglia

Il principale obiettivo della Commissione Famiglia Parrocchia Koinè è quello di creare una dimensione relazionale e di condivisione in cui la coppia trovi spazio per affiatarsi e crescere insieme, e dove adulti, bambini e ragazzi abbiano la possibilità di sperimentare uno stile di condivisione, fratellanza, collaborazione.

Gli strumenti che ha a disposizione attualmente sono:

1 gruppo famiglie, propone attività mensili a supporto e formazione della coppia

2 sostegno a famiglie in difficoltà

3 animazione bambini durante la S. Messa delle ore 11 a Borghetto

4 progetto Convivenza tra Famiglie per sperimentare lo stile comunitario

5 organizzazione Campo Famiglie Estivo

6 avvicinamento dei bambini all’ambiente parrocchiale da vivere in modo gioioso e come occasione di crescita e aggregazione

7 catechismo 1-2 elementare

8 sinergia con commissione famiglia di unità pastorale (Chiaravalle)

Commissione Liturgia

La Liturgia è azione di Dio e dell’uomo, preghiera che sgorga dallo Spirito Santo e dall’uomo interamente rivolta al Padre in unione con il Figlio di Dio fatto uomo. La Santa Messa è la celebrazione del Mistero Pasquale di Gesù ed è l’occasione per incontrarLo attraverso l’Eucarestia, a ciò la liturgia prepara ogni celebrazione liturgica, coordina ognunoimpegnato nell’animazione liturgica: lettori, cori, chirichetti; programma annualmente il dispiegarsi dei riti e dei tempi liturgici, è riferimento per la prenotazione delle messe in suffragio dei defunti e su richiesta prega il rosario nelle camere ardenti, porta il Corpo di Cristo agli ammalati nelle case, prepara adorazioni animate, incontri di preghiera: rosario, tridui, pellegrinaggi, processioni. Possiamo, quindi, vivere la liturgia nelle chiese di Monte S. Vito e di Borghetto in vari modi: Messa, Confessioni, Adorazione, Rosario.